S E R V E   A I U T O ?

What's Up

Jostra raggiunge quota 1000!

di Jostra

del 08 settembre 2017



In principio erano in 30. Ora sono 1000!

Foto in bianco e nero. Novembre 2013. Milano e dintorni. In quella prima mitica edizione, fatta di un unico tabellone a scontro diretto e match sulla lunghezza di 1 set secco, vinse Sandro Guarino, superando Max Mazza per 6-4. Amarcord, ricordi sfumati di tennisti amatoriali eccitati e divertiti dal successo dell'esperimento di social-web-tennis. "Rifacciamolo dai!" fu l'entusiastica richiesta. E così avanti, giro dopo giro, perfezionando sempre di più la formula, il regolamento, gli automatismi, il Look&Feel dei risultati. Passaparola soddisfatti. Il vecchio circuito "Virtual Tennis Cup" divenne Jostra. I 30 diventarono centinaia.
..E oggi sono 1000!
Alcuni di quei 30 arditi pionieri sono ancora in prima linea nelle varie categorie Jostra. Gaetano Della Cerra, Domenico Pettinato, Luca Agostini, Corrado Galimberti, Rino Ianniello, Daniele Altan, Marco Visconti, Wendy Maynard, Luca Luzzio, Paolo Sotgiu. A loro, grazie!

Grazie anche a chi è arrivato dopo e in Jostra ci si è divertito, incoraggiando il sistema ad andare oltre sé stesso. Nomi leggendari, impossibile citarli tutti: come Antonello Bonuglia, Roberto Tamponi, Paolo Fontana e tantissimi altri. E grazie a chi ancora oggi, incuriosito da quel Jostra Tennis Circuit di cui sente parlare in giro, aderisce con lo stesso animo degli arditi 30 pionieri del tempo che fu.

Grazie anche agli attuali numeri 1 di categoria, Francesco Perrone in L4, Nicola Pacchetti in L3, Marco Scavelli in L2 e il Campione Assoluto Premier, Armando Beninati. Sono loro i veri Roger Federer del circondario amatoriale, quelli che tutti gli altri Jostra Players prendono ad esempio, investendo su sé stessi per poterli un giorno superare. E grazie anche a chi prende Jostra come semplice divertente opportunità per far girare la racchetta e le gambe, al di là del risultato. fate bene! Questo è uno degli obiettivi del progetto, anzi è il suo obiettivo principale.

Grazie infine ai nuovi pionieri, quelli di Roma e Torino e quelli delle nuove città che presto entreranno a far parte del circuito.
Da Flaviano Pinna a Riccardo Carosso, da Giuseppe Minici a Aurelia Stanisci, Fabrizio Cioni, Michele Benso, Alessandro Chisari, Flaminia Franchetti Pardo, Diego Vallerossa, Stefano Capra, Dario Bianca e tutti gli altri. State facendo la storia del circuito e grazie a voi Jostra può imparare a distribuire tennis amatoriale anche nelle vostre città.

Insomma, quota 1000 è una bella notizia per tutti: per gli organizzatori è motivo di sprone ad andare oltre e, per chi gioca, equivale a tanti nuovi compagni di tennis… sinonimo di più tornei geograficamente concentrati e un sacco di avversari pronti a sfidarsi a due passi da casa.

Fino ad oggi è stato un piacere... da oggi ci si diverte sul serio!